• warning: stristr(): Empty delimiter in /var/www/clients/client1/web1/web/vis/includes/common.inc(1762) : eval()'d code on line 39.
  • warning: Invalid argument supplied for foreach() in /var/www/clients/client1/web1/web/vis/includes/common.inc(1762) : eval()'d code on line 22.
  • warning: stristr(): Empty delimiter in /var/www/clients/client1/web1/web/vis/includes/common.inc(1762) : eval()'d code on line 38.
  • warning: Invalid argument supplied for foreach() in /var/www/clients/client1/web1/web/vis/includes/common.inc(1762) : eval()'d code on line 22.

Palestina

  • Sharebar

 1986

Avvio attività
VIS nel paese

 

 2009

In Israele

 2010

In Palestina

 5

Volontari
espatriati

 

 

 6

Progetti di
sviuppo finanziati
da enti istituzionali

 1

Progetti di sviluppo finanziati da fonti private
 

 1

Sostegno
a distanza

 

 1

Sostegno alle missioni

         

Il VIS è presente in Palestina dal 1986 e, al fianco delle locali comunità salesiane, si è occupato principalmente di educazione a beneficio dei giovani palestinesi. In questi anni grazie a progetti finanziati da donors quali il MAE, CEI e enti di cooperazione decentrata, il VIS porta avanti diversi progetti che ruotano attorno a tre strutture esistenti:

  • La Comunità Salesiana di Betlemme. Attorno a questa opera fanno capo diverse iniziative, come il Forno Salesiano che garantisce distribuzioni alimentari gratuite quotidiane, finanziate attraverso la campagna VIS  “Pane per Betlemme”, e la Scuola Tecnica Salesiana: centro di formazione professionale per giovani e per lavoratori che vogliono specializzarsi. Per la Scuola Tecnica il VIS negli anni 90 ha promosso, con il sostegno della Cooperazione Italiana, il rinnovo dell’equipaggiamento e delle metodologie didattiche ed ha attuato programmi di aggiornamento per i docenti tecnici palestinesi di tutta la Cisgiordania. Con il contributo della Cooperazione Italiana negli anni 2001-2005 il VIS ha avviato il Centro Artistico Salesiano di Betlemme, il primo centro di formazione professionale esistente in Palestina nel settore dell’artigianato artistico, il quale fornisce corsi di legno d’olivo, ceramica e madreperla. Grazie ai successivi finanziamenti, tutt’ora in corso, della CEI e della regione Sardegna il centro è divenuto uno strumento di placement, job creation e income generation offrendo agli studenti ed ex studenti periodi di praticantato, possibilità di accedere alla donazione di macchinari e a programmi di avviamento alla creazione di piccole aziende attraverso il microcredito.
    Connesso al Centro Artistico Salesiano è il Museo Internazionale della Natività, nato con lo scopo di contribuire al sostegno economico dell’intera opera e di costituire una fonte di ispirazione per i giovani artisti, artigiani e studenti palestinesi che hanno libero accesso alla esposizione di opere d’arte provenienti da 60 paesi. Per questo motivo il Museo lavora in stretta collaborazione con l’università artistica Dar al Kalima e con molte altre realtà educative e culturali locali e porta avanti attivita’ di ricerca sul patrimonio artigianale palestinese (visita il sitohttp://www.salesianbethlehem.com).
  • Convento Salesiano di Cremisan. Dal 2008 il VIS porta avanti il progetto di rilancio dellaazienda vitivinicola di Cremisan, obiettivo del progetto, oltre a quello di creare un reddito che viene reinvestito nelle opere educative Salesiane in Palestina, è quello di crerare posti di lavoro e know how a vantaggio della popolazione locale. Il progetto porta avanti, tra l’altro, una attivita’ di ricerca sui vitigni autoctoni palestinesi in collaborazione con l’Universita’ di Trento e l’Universita’ di Hebron. Accanto alla ricerca e alle attività produttive il progetto ha riguardato in passato interventi nel settore dell’emergenza in collaborazione con la Cooperazione Italiana, interventi che hanno portato a riabilitare terreni e impiantare vitigni autoctoni selezionati per la produzione di uve di alta qualità permettendo ai proprietari palestinesi dei terreni siti nelle immediate vicinanze delle colonie israeliane di Gush Etzion di evitare l’esproprio dei terreni. L’intervento è stato accompagnato da corsi di formazione mirati a diffondere pratiche agronomiche aventi per riferimento modelli di viticoltura sostenibile. Anche dopo la chiusura ufficiale del progetto, i beneficiari continuano ad essere seguiti nella produzione e hanno la possibilità di vendere le proprie uve alla Cantina. Il progetto Cremisan è attualmente sostenuto da finanziamenti dellaCEI e della Regione Sardegna e prevede formazione del personale in forza all’azienda, fornitura di supporto tecnico qualificato ai conferitori di uve, ristrutturazione degli ambienti di produzione, rinnovamento di macchinari e attrezzature, ampliamento della superficie vitata con ulteriore coinvolgimento degli agricoltori locali, valorizzazione delle varietà autoctone palestinesi, formazione del personale locale responsabile della commercializzazione dei vini Cremisan in loco ed all’estero.
  • Universita’ di Betlemme. Nei Territori Palestinesi il VIS ha un altro partner storico e non meno importante: la Bethlehem University. Dopo diversi anni di studi, dal 2005, infatti, il VIS promuove presso l’Università di Betlemme, in collaborazione con l’Università di Pavia, il Master in Cooperazione Internazionale allo Sviluppo (MICAD), avviato con i contributi della CEI e dell’Unione Europea (linea Tempus). Il programma è finalizzato alla formazione della classe amministrativa e operativa già attiva nelle ONG internazionali e locali; è tenuto interamente in lingua inglese e prevede la partecipazione di docenti internazionali e locali. 
    Nel 2011 l’offerta formativa post-lauream si allargherà grazie alla creazione del Master in Governance and Administration of the Public Sector (MGAPS), promosso dalla CEI. Il Master ha come obiettivo la formazione tecnica della classe dirigente della pubblica amministrazione palestinese e coinvolge diversi partners internazionali quali l’Università di Pavia, l’University College of Dublin, Irlanda, la Radboud University of Nijmegen, Paesi Bassi.

Scarica la scheda paese

DONAZIONI

Banca Popolare Etica
VIS - Volontariato Internazionale per lo Sviluppo
IBAN IT70F0501803200000000520000

Conto Corrente Postale
VIS - Volontariato Internazionale per lo Sviluppo
ccp 88182001

SEGUICI!