Archivio news

  • L'appello del CINI: solidarietà alla deriva con l’annuncio della chiusura dei porti italiani all’Aquarius

    11 giugno 2018 - Il CINI, Coordinamento Italiano NGOs Internazionali, di cui il VIS fa parte, esprime forte preoccupazione per la decisione annunciata ieri dal Ministro degli Interni Salvini di chiudere i porti italiani alla nave Aquarius, in navigazione con 629 naufraghi provenienti dal Nordafrica, tra cui 123 minori non accompagnati e 7 donne incinte.

  • NAVE AQUARIUS, OPERAZIONI EFFETTUATE INSIEME ALLA MARINA MILITARE ITALIANA, INSPIEGABILE CHIUSURA PORTI

    Roma, 11 giugno 2018 - Persone in carne ed ossa diventano oggetto di sfruttamento politico, la vita di uomini e donne in cerca di aiuto usata per dare un “segnale” all’Europa. In una situazione che oggettivamente in questo momento non presenta alcuna emergenza migranti, visto che il numero degli sbarchi è da mesi in calo, la fuga di più di 600 disperati viene usata in maniera strumentale e pretestuosa: “L’operazione di salvataggio delle persone a bordo della Aquarius è italiana – spiega il presidente del VIS, Nico Lotta – ed è stata coordinata dal Centro Nazionale di Coordinamento del Soccorso Marittimo della Capitaneria di porto di Roma.

  • Europa e migranti, quali politiche?

    8 giugno 2018 - Nell’ambito del progetto di Educazione alla Cittadinanza Globale “Io non discrimino! Per-Corsi di conoscenza sul fenomeno migratorio e di integrazione, insieme ai migranti », il 13 giugno 2018 si terrà una giornata di studio organizzata dall’Università degli studi di Roma Tre, in collaborazione con il VIS, il Masters in Peace Studies e il Dipartimento di Lingue, Letteratura e Culture Straniere che analizzerà il delicato rapporto tra Europa e il fenomeno migratorio.

    Il programma, ricco di temi ed interventi di spicco del mondo della cooperazione internazionale, verrà suddiviso in due parti :

  • Da astemio a enologo grazie alla cantina di Cremisan in Palestina

    6 giugno 2018 - Fadi è un giovane enologo palestinese, ma fino a qualche anno fa non aveva mai bevuto vino. “Sono stato coinvolto nel progetto della cantina salesiana di Cremisan, ho studiato 4 anni in Italia e poi sono tornato in Palestina a lavorare”. Il vino è cultura, tradizione, gusto. Ma quello di Cremisan contiene anche la storia dei giovani palestinesi che ora portano avanti la cantina autonomamente, producendo e commercializzando bottiglie in tutto il Paese e anche all'estero. La cantina, che comprende anche i vigneti di Beit Jemal, si trova tra Gerusalemme e Betlemme ed è attraversata dal Muro di separazione israeliano. 

  • Avviato il progetto “Zana e Maleve - Giovani e Territorio”

    1 giugno 2018 - Nella deliziosa località montana di Razma di Malesi e Madhe, alla presenza di Gianluca Antonelli, Direttore Programmi del VIS nonché operatore espatriato in Albania per diversi anni, nei giorni scorsi ha avuto avvio il progetto “ZANA E MALEVE – Giovani e Territorio: radici di una comunità in cammino verso l’integrazione con la famiglia europea”, co-finanziato dalla Agenzia Italiana per la Cooperazione allo Sviluppo (AICS). Il progetto consortile sarà implementato dalle ong VIS e CISP con controparte l’Agenzia per lo Sviluppo Regionale (AZHR 1), cui offrono la loro collaborazione ben 9 partner, 5 dall'Italia e 4 dall'Albania.

  • Migrazione irregolare e tratta di esseri umani, se ne parla a Bruxelles

    30 maggio 2018 - Alla luce dell'impegno profuso nell’ambito del contrasto alla tratta di esseri umani e alla migrazione forzata e irregolare, il VIS ha preso parte, con Barbara Terenzi, Coordinator Human Rights & Advocacy Office, al “Meeting of the EU Civil Society Platform against trafficking in human beings” organizzato dalla Commissione europea a Bruxelles il 28 e 29 maggio.

  • Fame nel mondo in risalita dopo un decennio di decrescita

    29 maggio 2018 - La fame, a livello globale, analizzata alla luce degli ultimi dati delle agenzie ONU che si occupano di alimentazione. Numeri che evidenziano un trend crescente, dopo un decennio di decrescita. Ma anche la fame a Roma, rilevata dal rapporto Caritas che, tenuto conto di tutte le situazioni di disagio sociale - solo i senza fissa dimora sono stimati tra le 14mila e 16mila persone - fa emergere numeri allarmanti.

  • ASSEMBLEA DEI PARTECIPANTI VOLONTARI: IL VIS FA UN BILANCIO E RILANCIA

    23 maggio 2018 - La strutturazione sempre più forte sul territorio italiano attraverso i presidi, il bilancio delle attività realizzate nel 2017 e le nuove sfide per il futuro. Tradizionale appuntamento semestrale, momento di incontro ma anche di bilancio, l’assemblea dei partecipanti volontari VIS si è svolta lo scorso fine settimana con oltre 40 presenze da tutta l’Italia.

  • Online la guida “ICERD e CERD: una guida per la società civile”: il VIS cura la versione italiana 

    23 maggio 2018 - È da oggi online e scaricabile “ICERD e CERD: una guida per la società civile”. La prima guida operativa in lingua italiana, curata dal VIS in collaborazione con la ONG internazionale IMADR, inserita fra gli strumenti operativi per la società civile sul sito del Comitato delle Nazioni Unite per l'eliminazione della discriminazione razziale (Cerd).

  • Gaza, a una settimana dalla strage il silenzio della comunità internazionale

    21 maggio 2018 - È passata una settimana dal lunedì di sangue che a Gaza ha visto 62 civili morti e oltre 2700 feriti. Numeri che non possono lasciare indifferenti, ma che fanno registrare un sostanziale silenzio da parte delle istituzioni. Per questo motivo Nico Lotta, presidente del VIS esprime preoccupazione di fronte alla passività della comunità internazionale: “Noi crediamo nelle Nazioni Unite e non smetteremo di farlo.  Ma perché l’ONU e l’UE non intervengono di fronte a una politica di violazione di norme, convenzioni internazionali e risoluzioni? La scelta di non decidere non li assolverà dalle loro responsabilità”.

Pagine